Partecipa a IlTeramano.net

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Sociale: al via bando "Abruzzo Giovani" per progetti sul territorio

Ogni progetto dovrà coinvolgere almeno cinquanta giovani

redazione
Condividi su:

Favorire l'aggregazione, la piena partecipazione e inclusione dei giovani, prevenire e contrastare alcune forme di disagio: sono solo alcune degli obiettivi che si pone l'avviso "Abruzzo Giovani 2023", finanziato nell'ambito del Fondo nazionale delle politiche giovanili della presidenza del Consiglio dei ministri. Da oggi, 4 luglio, fino al primo settembre, sullo sportello digitale della Regione Abruzzo, i 24 ambiti distrettuali sociali possono presentare progetti in grado di coinvolgere giovani dai 14 ai 35 anni.

"Abruzzo giovani si rivolge ad una fascia di età ben definita – spiega l'assessore alle Politiche sociali Roberto Santangeloe intende dare seguito a quei progetti che sul territorio sono in grado di comprendere le tematiche dell'educazione, della formazione, del lavoro e dell'inclusione sociale, anche attraverso il riconoscimento e la valorizzazione del ruolo dell'animazione socioeducativa". La Regione Abruzzo può contare su una dotazione finanzia di 634 mila euro, che servirà a finanziare progetti presentati dai 24 Ambiti sociali riconosciuti in Abruzzo e che hanno come destinatari principali i giovani abruzzesi dai 14 ai 35 anni. Per ciascun progetto, fanno sapere dagli uffici regionali delle Politiche giovanili, dovrà essere previsto il coinvolgimento di almeno 50 giovani e la durata dei progetti non potrà essere inferiore a 12 mesi e superiore a 15 mesi a decorrere dalla data di inizio attività.

"Il messaggio che intendiamo lanciare – sottolinea l'assessore Santangelo – si rivolge soprattutto ai giovani che vogliamo siano i protagonisti di progetti aggregazione sociale e culturale in grado di creare coesione per ridurre al minimo pericolosi fenomeni di dispersione sociale". Gli ambiti sociali regionali potranno presentare i progetti sulla piattaforma informatica della Regione Abruzzo fino al 1° settembre 2024.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

   

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook