Carenza idrica e precarie condizioni igieniche: chiuse tutte le scuole a Nereto

Il primo cittadino: "Abbiamo preferito privilegiare la sicurezza"

| di Redazione
| Categoria: Cronaca
STAMPA

Tranne l’asilo nido, oggi a Nereto, tutti gli istituti scolastici resteranno chiusi. La decisione è stata comunicata dal sindaco Giuliano Di Flavio, dopo un costante monitoraggio nelle scuole presenti sul territorio.

Alla base della decisione, la mancanza di acqua, alla luce della carenza idrica che ha interessato varie cittadine anche in Val Vibrata e, dunque, per le precarie condizioni igieniche.

“La decisione non è stata facile - sottolinea Di Flavio - ben sapendo le difficoltà e il disagio che la chiusura di una scuola determina. Tuttavia, si è ritenuto di non far andare a scuola i bambini molto piccoli senza poter assicurare loro l’uso del bagno (con problemi anche a livello di funzionamento della mensa). Prima di prendere la sofferta decisione, abbiamo anche valutato tutte le diverse possibilità, compresa quella di rifornire i serbatoi di acqua: ma tutte sono cadute nel vuoto. L’Amministrazione Comunale si scusa con tutti i genitori per gli eventuali disagi arrecati dalla situazione, ma abbiamo preferito privilegiare la sicurezza e le condizioni minime di igiene dei nostri bambini. Ringrazio tutto il personale del Comune,a qualunque titolo, che ha dato prova di lavorare per il bene dei neretesi. Ringrazio per la pazienza il personale della società Ruzzo Reti che ha sempre risposto alle nostre richieste di informazioni e che sta lavorando in condizioni difficili per ripristinare la normalità. Ringrazio i genitori, perchè so che sarete comprensivi con noi per la difficile scelta operata”.

Redazione

Contatti

redazione@ilteramano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK