Torricella Sicura in festa con il Decennale dell’Infiorata del Corpus Domini

Parteciperanno gruppi di infioratori composti da giovani immigrati

| di Redazione
| Categoria: Tradizioni
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Domani e domenica Torricella Sicura in festa con il decennale dell’Infiorata del Corpus Domini.

Raggiunge il culmine la settimana dedicata all’Infiorata, iniziata già dal 2 giugno con l’apertura della Mostra “Dieci anni dell’Infiorata” (che rimarrà esposta fino al 7 giugno a Villa Capuani) e la presentazione del libro “Le Infiorate del Corpus Domini” a cura di Barbara Monaco (Tipografia INKiostro, maggio 2015) con testi di Daniele Palumbi, Barbara Monaco, Mons. Michele Seccia, Sac. Enzo Manes, Pietro Serrani, Gianni Tarli e Sac. Giulio Marcone e foto di Alessandro De Ruvo, Maria Cristina Ciammariconi, Dorotea Ardizzi, Serafino Perpetuini e Carlos Angelozzi.

Alla presentazione sono intervenuti il sindaco, Daniele Palumbi, il vicesindaco Marco Di Nicola, la presidente degli Infioratori di Montefiore dell’Aso, Lucia Giannetti e la presidente dell’Associazione Infiorate Artistiche “TruciolinArte” di Torricella, Barbara Monaco.

La festa è proseguita oggi con l’Infiorata dei piccoli, con la partecipazione delle scuole primarie di Torricella, Roseto, Montorio, Colledara, Villapetto e Tossicia.

Domani 6 giugno, il programma prevede alle 19 la celebrazione della Santa Messa nella Chiesa di San Paolo Apostolo per l’accoglienza degli infioratori; alle 20 la presentazione e benedizione del parroco, don Enzo Manes, dei gruppi che lavoreranno alla realizzazione dei quadri dell’Infiorata 2015.

Alle 21 inizierà la realizzazione dei quadri e alle 21,30 l’adorazione notturna del Santissimo Sacramento. I maestri infioratori lavoreranno senza sosta alla composizione dei loro quadri artistici, dedicati nell’edizione del decennale al tema “Il volto della misericordia”, fino alle 7 di domenica mattina.

Un tema ispirato al Giubileo straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco – spiega la presidente dell’Associazione TruciolinArte, Barbara Monaco - ai lavori parteciperanno anche due speciali gruppi di infioratori composti da ragazzi immigrati provenienti dai Paesi africani, ospitati presso il Centro della Caritas Diocesana di Villa Emmaus. Segno che questo evento vuole dare un messaggio concreto di integrazione e solidarietà”.

Domenica 7 giugno, alle 8, avverrà la reposizione del Ss. Sacramento, alle 8.30 Santa Messa, seguita dalla funzione solenne alle ore 18. Alle 19 avrà inizio la Processione del Corpus Domini con il Ss. Sacramento che attraverserà lo spettacolare tappeto di quadri realizzati per un lunghezza di oltre 200 metri.

La tradizione di trasformare in una notte la strada principale del borgo in un lungo tappeto colorato risale al XIII secolo e nasce per ornare con petali di fiori il percorso della solenne processione del Corpus Domini.

Con il tempo si passò alla realizzazione dei tappeti in trucioli di abete bianco, intinti in bagni di colore e raffiguranti scene del Vecchio e del Nuovo Testamento.

Redazione

argomenti

Contatti

redazione@ilteramano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK