Sulla via di San Francesco, arriva al Teatro di Atri il romanzo di Elsa Flacco con la Fondazione “Sorella Natura”

| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

La Professoressa Elsa Flacco, si affaccia in grande stile nel teramano e precisamente sale sul palco del Teatro Comunale di Atri sabato 13 ottobre alle ore 18,00 per presentare il suo ormai noto libro “Per Francesco, che illumina la notte” che ha appena fatto il bis a Collecorvino presso il Convento di San Paterniano, proprio nel giorno di San Francesco, il 4 ottobre.

Proprio in una dimensione francescana rappresentata da tale Convento, questo libro dai toni pacati e delicati che sta facendo innamorare il pubblico, ha festeggiato un anno.

Come spiega la scrittrice: “Per Francesco, che illumina la notte è un romanzo storico che ha già fatto tanta strada. Uscito un anno fa per l’editore Oakmond Publishing, racconta la storia, romanzata ma non troppo, di Tommaso da Celano, seguace e primo biografo di Francesco d’Assisi. Già alla seconda edizione, ha avuto la Segnalazione d’Onore al Premio Firenze 2017, l’apprezzamento di Jacques Dalarun, massimo studioso di Tommaso da Celano, ed è arrivato nelle mani di Papa Francesco, che ha molto gradito l’omaggio”.

L’evento possibile grazie al Patrocinio del Comune di Atri, prevede degli importanti interventi: musiche del Seicento Italiano allieteranno la serata grazie all’accompagnamento dei flauti dolci di Luca Dragani e liuto e tiorba di Antonio Larcinese dell’Insieme di Musica Antica Fairy Consort. In più ospite speciale, sarà Francesco Di Felice, Coordinatore della Delegazione Abruzzese della Fondazione “Sorella Natura”: “E’ con grande piacere  che, in qualità di delegato abruzzese della Fondazione Sorella Natura con sede ad Assisi, partecipo alla presentazione del libro della scrittrice Elsa Flacco “Per Francesco che illumina la notte”. Un  libro intriso di prosa, ricca di poetica, che consegna ad imperitura memoria i personaggi: tra questi spicca la figura di San Francesco, colui che illumina la via di coloro che credono in lui”.

Così prosegue in merito alla Fondazione: “Proprio muovendo i propri passi sulla via segnata da San Francesco di Assisi che è nata nel 1991 Sorella Natura: dapprima Associazione è divenuta poi Fondazione. Oggi opera in Italia e nel mondo per la tutela, la cultura e l'educazione ambientale traendo ispirazione dagli insegnamenti di San Francesco. Lavoriamo ora sul territorio per la diffusione di una corretta cultura ambientale che risponda agli incoraggiamenti di Giovanni Paolo II, quando la nostra Fondazione nacque, ed agli insegnamenti di Papa Francesco nell’enciclica Laudato Sì’.”

“Dopo una cinquantina di presentazioni in tutta Italia (oltre che in molti centri abruzzesi è stato presentato a Roma, Milano, Napoli, Cortona, Matera, Gubbio e Agnone) sabato il romanzo approderà al Teatro Comunale di Atri, un gioiello ottocentesco che ospita opere e spettacoli di rilievo nazionale, con un delizioso interno che giustifica l’appellativo di “bomboniera”- prosegue la Professoressa Flacco. - Ecco: nel portare qui il mio romanzo storico, abbiamo pensato con la giornalista Alessandra Renzetti di trasformare la classica presentazione in un vero e proprio spettacolo, con l’intervento di raffinati cultori e interpreti di musica antica, come Luca Dragani e Antonio Larcinese dell’Ensemble Fairy Consort, del rappresentante abruzzese della Fondazione Sorella Natura di Assisi, Francesco Di Felice, con cui affronteremo il tema dell’ambiente, così caro a san Francesco e così attuale, in un dialogo a più voci con Alessandra Renzetti intervallato dalla musica e dalle sapienti letture di Luciana Del Grande e Lavinia Taraborrelli”.

“Ci auguriamo una bella partecipazione di pubblico per un’iniziativa che ambisce a superare i confini della presentazione libraria per diventare un’occasione di riflessione e insieme di evasione in un altro tempo, in un altro mondo: quello del Medioevo di Francesco d’Assisi e del suo Cantico, di Tommaso da Celano e del suo Dies irae, di Jacopa dei Settesoli, frate Elia e dell’imperatore Federico II”- conclude la scrittrice.

Contatti

redazione@ilteramano.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK